polizia penitenziaria top

La Uil Polizia penitenziaria di Milano non vuole una targa per ricordare Stefano Cucchi
Secondo Angelo Urso, segretario generale del sindacato Uil Pubblica Amministrazione della Polizia Penitenziaria, la proposta di dedicare una via o un monumento della città di Milano a Stefano Cucchi “è assolutamente inaccettabile e irricevibile”. L’ordine del giorno era stato presentato in Consiglio comunale dal Partito Democratico.

No alla targa in ricordo di Stefano Cucchi a Milano: è la posizione della Uil Pa Polizia Penitenziaria, che attraverso Angelo Urso, segretario generale, ha bollato come «assolutamente inaccettabile e irricevibile» l'ordine del giorno presentato in consiglio comunale a Milano dal consigliere Alessandro Giungi del Partito Democratico e firmato anche da altri consigliere che siedono nell'aula di Palazzo Marino. Cucchi è morto a ottobre 2009, una settimana dopo essere arrestato per droga, nell’ospedale Sandro Pertini di Roma.

"Tutti gli agenti di polizia penitenziaria coinvolti nella vicenda sono stati assolti con formula piena – spiega Urso – mentre questa folle proposta sottende che Stefano Cucchi sia una vittima del carcere, cosa assolutamente falsa; ancora più grave, sarebbe collocare una targa nelle vicinanze del carcere di San Vittore. "Un'iniziativa simile – conclude il sindacalista – produrrebbe poi un messaggio completamente distorto rispetto alla realtà dei fatti accertati".

Fonte: milano.fanpage.it


Cucchi, sindacato polizia: dedicargli via a Milano? Inacettabile

Urso (Uil): "Rischio di messaggio distorto rispetto a realtà"
Cucchi, sindacato polizia: dedicargli via a Milano? Inacettabile

 

Milano, 3 ott. (askanews) – “La proposta di dedicare una via o un monumento della città di Milano a Stefano Cucchi è assolutamente inaccettabile e irricevibile”. Così Angelo Urso, segretario generale della Uil Pa Polizia Penitenziaria, si schiera contro l’iniziativa contenuta nell’ordine del giorno presentato in consiglio comunale a Milano dal consigliere Alessandro Giungi del Partito Democratico e firmato anche da altri consiglieri che siedono nell’aula di Palazzo Marino.

“Tutti gli agenti di polizia penitenziaria coinvolti nella vicenda sono stati assolti con formula piena – prosegue Urso – mentre questa folle proposta sottende che Stefano Cucchi sia una vittima del carcere, cosa assolutamente falsa. Ancora più grave sarebbe collocare una targa nelle vicinanze del carcere di San Vittore. Un’iniziativa simile produrrebbe poi un messaggio completamente distorto rispetto alla realtà dei fatti accertati”.


Uil Pa Polizia Penitenziaria: no a una targa per Stefano Cucchi
Milano, 03 ott 11:49 - (Agenzia Nova) - Secondo Angelo Urso, segretario generale della UIL PA Polizia Penitenziaria, la proposta di dedicare una via o un monumento della città... (com)
© Agenzia Nova - Riproduzione riservata

Stefano Cucchi, proposta Pd: "Dedicargli una via o un monumento a Milano"

Una via o un monumento della città di Milano a Stefano Cucchi, possibilmente nei pressi del carcere di San Vittore: è la proposta contenuta nell'ordine del giorno presentato a Palazzo Marino da Alessandro Giugni del Pd e firmata anche da altri consiglieri.

L'idea è commentata duramente dal segretario generale della Uil Pa Polizia penitenziaria Angelo Russo: "La proposta di dedicare una via o un monumento della città di Milano a Stefano Cucchi è assolutamente inaccettabile e irricevibile. Tutti gli agenti di polizia penitenziaria coinvolti nella vicenda sono stati assolti con formula piena mentre questa folle proposta sottende che Stefano Cucchi sia una vittima del carcere, cosa assolutamente falsa; ancora più grave, sarebbe collocare una targa nelle vicinanze del carcere di San Vittore. Un’iniziativa simile produrrebbe poi un messaggio completamente distorto rispetto alla realtà dei fatti accertati".

Fonte: affariitaliani


 
 
 

 

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Contatore siti