polizia penitenziaria top

Com’è noto, sin dal lontano 7 marzo 2000 l’allora Ufficio centrale del personale del DAP e le Organizzazioni Sindacali rappresentative degli operatori del Corpo di polizia penitenziaria raggiunsero un Accordo sui criteri da osservare per la concessione dei periodi di assegnazione temporanea a sede di servizio diversa da quella effettiva ex art. 7, DPR n. 254/1999.

Tale Accordo non è stato mai disdettato dalle Parti ed esplica, pertanto, ancora pienamente i suoi effetti. Prova ne siano i richiami in alcune note della Sua Direzione generale e dei Provveditorati regionali, specie laddove si debbano riscontrare negativamente le istanze prodotte dagli interessati in ragione del  raggiungimento della percentuale massima pattuita per la mobilità nazionale e provveditoriale.

Stessi piglio e solerzia, tuttavia, non si rinvengono invece nell’adempimento ad altra e più qualificante prescrizione dell’Accordo di cui si discute e, segnatamente, a quella che vorrebbe che venisse trimestralmente trasmesso alle OO.SS. “l’elenco del personale temporaneamente destinato ad altra sede, ai sensi dell’art. 7 del citato accordo (DPR n. 254/99, nda), con l’indicazione della sede di assegnazione nonché della data di inizio e di scadenza del provvedimento”.

Tanto premesso, in adesione ai contenuti all’Accordo più volte citato, nonché a elementari principi di trasparenza, si invita la S.V. a voler cortesemente disporre la trasmissione alle OO.SS. rappresentative dell’elenco di cui al capoverso che precede con la cadenza prevista.

Nell’attesa, molti cordiali saluti.

Nostra nota 8521

facebook icona twitter icona google icona whatapps icona

Contatore siti