Ascolta qui l'intervento del Segretario Generale Gennarino De Fazio

Ultim'ora -  È proseguita, come previsto nella tarda mattinata odierna, la trattativa in sede tecnica per il rinnovo del CCNL del comparto sicurezza.

Presenti, per il Dipartimento della Funzione Pubblica, il Cons. Gallozzi e il Dott. Talamo, nonché i rappresentanti delle Amministrazioni interessate (il Dott. Parisi e altri dirigenti del suo ufficio per il DAP).

        La discussione odierna si è particolarmente concentrata sulle relazioni sindacali, rispetto alle quali la UILPA Polizia Penitenziaria ha chiesto un ammodernamento da realizzarsi in parte mediante un’operazione di drafting e in parte mediante un’implementazione delle materie oggetto di contrattazione e il rafforzamento delle garanzie.

        In particolare, la UILPA PP ha richiesto un impegno del Governo affinché, anche nell’ambito del pacchetto specificità, si vada verso una delegificazione, con l’affermazione della prevalenza degli accordi contrattuali sulla legge, di alcune materie relative al rapporto di lavoro, fra le quali l’ordinamento disciplinare.

        Essenziale, inoltre, prevedere degli agili strumenti che garantiscano l’efficacia degli accordi e ne tutelino il rispetto, nonché la loro interpretazione autentica.

        La UILPA Polizia Penitenziaria, inoltre, ha rivendicato con forza la necessità d’istituire una banca dati, accessibile alle Organizzazioni Sindacali, che censisca gli infortuni sul lavoro distinguendo anche fra quelli derivanti da causa accidentale e da aggressione.

        Dopo lunga discussione, il confronto è stato aggiornato alla settimana prossima, quando si inizierà a discutere anche della distribuzione delle risorse economiche (aumenti).

        Per i dettagli del principale intervento UIL si rimanda alla registrazione audio disponibile online.

Allegati:
Scarica questo file (CCNL 2019-2021 - 30-09-21.pdf)CCNL 2019-2021 - 30-09-21.pdf[ ]135 kB