Ascolta qui l'intervento della UILPA Polizia Penitenziaria di Gennarino De Fazio

 

 

         Su sollecitazione delle Organizzazioni Sindacali rappresentative, si è tenuto stamani al DAP un primo confronto, con i Vertici dell’Amministrazione, rispetto all’emergenza pandemica ancora in corso e alle misure di prevenzione e ristoro da adottare in favore degli operatori del Corpo.

         All’incontro, per il DAP, erano presenti il V.Capo Tartaglia, il DGPR Parisi e la Direttrice dell’URS Del Grosso.

         L’occasione odierna è stata propizia solo per poter dare alcuni, principali, input all’Amministrazione, formalizzare richieste e acquisire primissime informazioni, atteso che i tempi sono stati contingentati per sopraggiunti impegni istituzionali del Dott. Parisi.

         In apertura di riunione, il DGPR ha fornito alcune informazioni circa le misure sinora adottate, nonché i seguenti dati sullo stato dei contagi (positivi):

  • Operatori: 164 PolPen – 28 Sanitari – 6 Funzioni Centrali;
  • Detenuti: 130 (di cui 2 ricoverati in strutture sanitarie) – 77 guariti.

La UILPA PP, considerato il poco tempo a disposizione, ha in premessa chiesto l’aggiornamento della riunione a una prossima data ravvicinatissima e indicato, per punti, alcuni temi prioritari da affrontare, tra cui si riportano sinteticamente i principali:

  • Condivisione di un protocollo delle misure per il contrasto e il contenimento dei rischi da contagio da COVID-19 negli ambienti di lavoro (“al DAP hanno istituito il GOS, negli istituti abbiamo il GHOST (acchiappafantasmi)!”, ha detto la UIL); 
  • Comunicazione sistematica dei dati completi sullo stato dei contagi (non è sufficiente fornire il numero dei positivi se non si conosce il numero dei soggetti sottoposti a tampone); 
  • Informazioni e organizzazione dei c.d. reparti COVID (anche con previsione di analisi cliniche periodiche al pari di quanti operano nei reparti ospedalieri dedicati alle malattie infettive); 
  • Formazione degli operatori: non basta fornire i DPI, bisogna anche formare gli operatori affinché vengano utilizzati in maniera corretta (molti sanitari si sono infettati per averli indossati male); 
  • Emanazione di un “decreto carceri”, per una serie di misure urgenti in favore della PolPen, tra cui anche l’istituzione dei Medici del Corpo, attese le gravi penalizzazioni che derivano dall’assenza di tali figure; 
  • Informazioni e regolamentazione circa l’eventuale, graduale, ripresa dei colloqui visivi; 
  • Provvedimenti che consentano di riconoscere tutte le misure di favore e i benefici previsti per coloro che hanno contratto il Coronavirus, anche per quanti pur avendone manifestato i sintomi non sono stati sottoposti per tempo a tampone (se del caso, sottoponendoli a test sierologici per rilevare la presenza di anticorpi); 
  • Riconoscimento dell’infortunio sul lavoro e della dipendenza da causa di servizio per coloro che abbiano contratto il Coronavirus in occasioni di lavoro (come per le altre FF.PP.); 
  • Attuazione compiuta, concreta ed efficace della disciplina in materia di Tutela della Salute e della Sicurezza sui Luoghi di Lavoro (“addirittura, presso alcuni istituti, es. Ancona, da tempo non esiste il Responsabile del Servizio Prevenzione e Sicurezza”, ha denunciato la UIL); 
  • Notizie circa il lavoro condotto dalla task-force carceri.

        Nel corso della riunione, la UILPA PP ha anche avuto modo di invitare il V.Capo del DAP a fare in modo che qualsiasi circolare e direttiva (non riservata) venga sistematicamente e tempestivamente inviata alle Organizzazioni Sindacali rappresentative (o altrimenti resa disponibile online) e che si ponga fine alla diffusione di notizie di “prima mano” nell’ambito di ristretti “cerchi magici”.

        Prima che la riunione fosse aggiornata a una prossima data (che verrà a breve comunicata) sia il V.Capo del DAP sia il DGPR hanno condiviso la rilevanza delle problematiche poste e dei temi trattati, mostrando anche grandi aperture circa le richieste di trasparenza (trasmissione dati, circolari, etc.).

        L’audio del principale intervento UIL è disponibile online.

Allegati:
Scarica questo file (Coronavirus - Prima riunione.pdf)Scarica l'Ultim'Ora[ ]163 kB