polizia penitenziaria top

          Com’è noto, nella giornata di ieri il Consiglio dei Ministri ha approvato uno schema di decreto-legge che introdurrà, a decorrere dal 15 ottobre p.v., l’obbligo del possesso del c.d. green pass in tutti i luoghi di lavoro, ivi compresi quelli destinati alla Polizia penitenziaria.

          Dai dati forniti dal competente Ufficio del DAP, al 13 settembre 2021 erano più di un terzo gli appartenenti al Corpo che non si erano ancora sottoposti neppure alla prima dose della vaccinazione anti-covid, mentre dal report non è possibile evincere l’analogo dato con riferimento ai detenuti presenti (viene solo indicato il totale delle somministrazioni dall’inizio della campagna vaccinale).

          Ciò, evidentemente, apre una serie di problemi organizzativi, che vanno da eventuali sospensioni dal servizio, le quali andrebbero a sommarsi alla gravissima situazione d’inadeguatezza degli organici oggi esistenti, sino alla presenza di detenuti (così come di visitatori) sprovvisti di green pass in quelli che per gli operatori sono, per l’appunto, posti di lavoro.

          Per quanto accennato, pur nelle more della pubblicazione in gazzetta ufficiale del decreto-legge in parola, si richiede alla S.V. di voler fissare con cortese urgenza una riunione con le Organizzazioni Sindacali rappresentative per un confronto complessivo e il necessario aggiornamento del “Protocollo Quadro per la Prevenzione e la Sicurezza nei luoghi di lavoro in ordine all’emergenza sanitaria da Covid–19” sottoscritto in data 23 ottobre 2020.

          Nell’attesa di un cortese cenno di riscontro, cordiali saluti.

Allegati:
Scarica questo file (9901_Obbligo green pass.pdf)Leggi la nota UIL[ ]159 kB

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

Qui le Istruzioni per l'uso

Notizie dal territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Elenco per istituto