polizia penitenziaria top

-di Pasquino il T…EMP…lare-

Dice che le carceri italiane
so’ vecchie, insicure e assai malsane
così che l’ospiti spesso fanno le rivorte
pe’ denunzia’ le troppe cose storte
nate dalla miopia d’ogni governo
che trasforma ‘sto monno in un inferno
In dieci ‘ndove c’è posto forse pe’ la metà
tutti lo sanno che nun ce se po’ campa’
Le spese l’hanno tajate a corpi d’ascia
e chissene si er sistema poi se sfascia
Dietro le sbare le donne e l’ommini so’ tanti
ma li problemi puro pe’ li poliziotti resteno asfissianti
Perché ortre a esse’ pochi semo puro noi ogni giorno prigionieri
a vorte molto più de quelli veri
Regolamenti vecchi
nati ai tempi delli lanzichenecchi
carceri nate p’esse’ monasteri
co’ spazi tristi angusti e neri
indove la luce mai nun entra
e l’angoscia cor dolore spesso se concentra
E poi, e pochi ce lo sanno,
pe’ noi norme che fissano orari de lavoro nun ce stanno
così da permette’ turni massacranti
dove li diritti de chi indossa la divisa vengheno sempre infranti
e schiavi di queste strette briglie
nun semo solo noi ma pure le nostre povere famiglie
che chiedono solo un po’ de rispetto
pe’ chi c’ha un piccolo sogno ner cassetto:
vive diversamente dai veri reclusi
pote’ gode’ dei diritti da cui restamo esclusi
Allora emerite eccellenze dateve ‘na mossa
voi state ar caldo e noi dentro ‘ na fossa

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

Qui le Istruzioni per l'uso

Notizie dal territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Elenco per istituto