polizia penitenziaria top

In data 15 dicembre presso il DAP, per la UIL era presente Madonia Gian Luigi, si è tenuta una seduta della Commissione formazione (ex art.22 DPR 395/95) presieduta dal Vice Capo DAP Dott. Massimo De Pascalis e i cui argomenti all’ordine del giorno erano: corso per Istruttori di Guida, per il personale del GOM e di aggiornamento sulla “Legalità e Dignità della detenzione” (vedi programmi www.polpenuil.it).
In premessa Madonia ha fatto notare l’assenza di alcune delle proposte formative all’interno del piano di formazione annuale e in ragione di ciò ha chiesto di conoscere i relativi costi di realizzazione, non mancando di sottolineare come, ancora una volta, sia stata trascurata l’ipotesi di realizzare corsi per armaiolo, figura ancora oggi assente in diversi istituti.

Nel merito del corso per istruttori di guida, la UIL ha apprezzato un’iniziativa utile a garantire autonomia alla Polizia Penitenziaria che, quindi, non dovrà ricorrere a formatori esterni. Si tratta di dieci unità dei diversi ruoli del Corpo, precedentemente individuati per mezzo di ricognizione ad hoc, che andranno ad integrare le dieci già esistenti.
Il componente della UIL ha rilevato che appariva riduttiva la percentuale del 10% di presenza quale limite minimo di esercitazioni pratiche da raggiungere per accedere agli esami finali e conseguire la qualifica. L’osservazione ha comportato l’innalzamento della percentuale al 75%.
Rispetto al GOM si tratta di 35 unità, appartenenti al 169° corso Agenti, che hanno espresso la volontà di operare in quel servizio. Nella circostanza Madonia ha posto in evidenza l’opportunità che tali iniziative siano realizzate in concomitanza con il termine del corso e non già in un momento successivo in quanto ne conseguirebbe senza dubbio un risparmio economico, ma anche una maggiore efficacia della formazione.

In ragione dello spessore criminale dei soggetti presenti all’interno di quel circuito detentivo, ma in realtà utile anche per gli altri, la UIL ha chiesto di prevedere nozioni tecnico-pratiche relative alla gestione di eventi critici.
L’esame del Corso “Legalità e Dignità della detenzione” ha dato spazio ad una lettura critica da parte di alcuni componenti di parte sindacale. Madonia ha fatto notare che in uno scenario in cui i fabbisogni formativi sono molteplici e i numeri del Corpo non rispondono neanche alle necessità più scontate (es. Armaioli, Matricolisti ecc.) prevedere un corso che ricorda qualcosa che dovrebbe essere nel DNA di ogni appartenente al Corpo è una scelta quanto meno inopportuna. Madonia, pur esprimendo il proprio parere sul corso, ha rappresentato che il rischio che possa tradursi in utopia o mero adempimento di indicazioni superiori è alto.

E’ evidente che se il DAP dovesse dimostrare continuità rispetto all’iniziativa, ovvero di curare e controllare la fase applicativa delle norme, tutto assumerebbe un senso diverso.

Allegati:
Scarica questo file (16.12.205.pdf)16.12.205.pdf132 kB

E-Mail (@polpenuil.it)

Notizie dal territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Elenco per istituto