polizia penitenziaria top

Ascolta qui l'intervento del Segretario Generale, Gennarino De Fazio

        Nella tarda mattinata odierna, in video-conferenza, le Organizzazioni Sindacali rappresentative della Dirigenza hanno incontrato la Ministra della Giustizia, Marta Cartabia.

        Nella delegazione ministeriale, unitamente alla Ministra hanno partecipato alla riunione il Sottosegretario Francesco Paolo Sisto a cui è esta conferita specifica delega, il V.Capo di Gabinetto Romano, il Capo e il Direttore Generale del Personale del DAP Petralia e Parisi, il Capo e il Direttore Generale del Personale del DGMC Tuccillo e Cacciapuoti.

        La UILPA Polizia Penitenziaria ha colto l’occasione per continuare e integrare il ragionamento già sviluppato durante la riunione del 31 u.s., che riguardava il personale non dirigente della Polizia penitenziaria e che aveva dovuto contenere nel poco tempo a disposizione.

        In prosecuzione di quel ragionamento, pertanto, ha sostanzialmente ribadito la necessità – nell’ambito della più generale riforma del sistema di esecuzione penale – di rifondare l’Amministrazione penitenziaria e reingegnerizzare l’architettura del Corpo di polizia, valorizzandone la dirigenza, che deve essere tale soprattutto nelle funzioni, non solo nella denominazione e nelle responsabilità.

       Del resto, ha detto la UILPA PP, è bastata una direttiva dell’allora Capo della Polizia per scatenare un tutti contro tutti! Quella è stata la dimostrazione plastica dello stato di unitarietà (si far per dire ovviamente) in cui versa l’Amministrazione penitenziaria”.

        Per farlo, ha ribadito la UILPA PP, è in estrema sintesi necessario:

  • Completare il processo di riordino delle carriere e incrementare la dotazione organica dei Dirigenti;
  • Aggiornare il Regolamento del Ministero della Giustizia (allo stato “fuori legge”) con il recepimento delle Dirigenze generali del Corpo e il conseguente decreti ministeriali (di natura non regolamentare) per l’individuazione dei posti di funzione;
  • Quanto sopra, senza peraltro rinunciare, ma al contrario sviluppando il proposito di addivenire a una dirigenza unica per l’Amministrazione penitenziaria anche per superare il problema, perché di un problema si tratta, della dipendenza gerarchica del dirigente di PolPen dal direttore dell’istituto penitenziario;
  • Va aggiornato il Regolamento di Servizio del Corpo di polizia penitenziaria (anch’esso “fuori legge”), anche per dare efficacia ai poteri di organizzazione dell’Area della sicurezza propri del Comandante del Reparto (si è peraltro apprezzato l’atto di indirizzo del Capo del DAP, che apre in tal senso, ma si dà il fatto che resti sul punto ancora totalmente inattuato);
  • Disciplinare l’assegnazione degli incarichi e superare le attuali riluttanze anche nel conferimento della vicedirezione degli UUSSTT che si continuano a registrare in qualche PRAP;
  • Ampliare i ruoli tecnici pure con l’istituzione dei Medici del Corpo;
  • Stipulare i CCNL per le diverse dirigenze.

        Sul piano generale la UILPA PP ha altresì richiesto:

  • Che non si faccia ostruzionismo rispetto alle richieste di accesso civico, anche quando riguardino, per esempio, atti ispettivi;
  • L’Integrazione della Commissione per l’architettura penitenziaria – ove dagli Architetti al Garante delle persone private della libertà personale siedono tutti – con l’unica figura professionale che opera in carcere per 24 ore al giorno e 365 giorni all’anno: la Polizia penitenziaria.

       In conclusione, la UILPA PP ha ribadito alla Ministra la richiesta di apertura di tavoli programmatici, a oltranza, per tutte le materie che necessitano di essere approfondite e affrontate, evidenziando tuttavia che servono risposte immediate.

       La Ministra Cartabia ha assicurato il suo impegno rispetto alle questioni rappresentate confermando anche l’intendimento di procedere con successivi confronti.

 °°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

        A margine la UILPA PP ha chiesto informazioni circa la prosecuzione del piano vaccinale anti-Covid nelle carceri (PolPen e operatori) a seguito dell’ordinanza n. 6/2021 del Gen. Figliuolo. La Ministra ha garantito che la vaccinazione continuerà e che si stanno cercando di risolvere gli stop che, a seguito delle ordinanze, si sono registrati in alcune regioni.

Allegati:
Scarica questo file (Riunione Ministro 15-04-21.pdf)Scarica l'Ultim'Ora[ ]162 kB

Potrebbe interessarti anche:

Mercoledì, 30 Settembre 2020 07:31

Nota congiunta -  On. Ministro, com’è noto l’emergenza penitenziaria e - ancor più - gli effetti che ricadono sul Personale del Corpo di Polizia penitenziaria, durano da anni e non...

Martedì, 13 Ottobre 2020 11:43

Ascolta qui l'intervento del Segretario Generale, Gennarino De Fazio A seguito della richiesta congiunta di sette delle Organizzazioni Sindacali rappresentative degli operatori del...

Mercoledì, 31 Marzo 2021 10:48

Ultim'Ora - Riunione con la Ministra della Giustizia- Ascolta l'intervento del Segretario Generale. Si è tenuta nel pomeriggio odierno, in video-conferenza, la prima riunione fra la...

Mercoledì, 14 Ottobre 2020 07:21

Comunicato stampa -  ROMA 14/10/2020 – “Dalla lunga riunione che ha visto confrontarsi nella giornata di ieri le Organizzazioni Sindacali rappresentative del Corpo di polizia penitenziaria...

Mercoledì, 23 Settembre 2020 11:02

Comunicato stampa - ROMA, 23 settembre 2020 – “Apprendiamo che il Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, riferendo ieri in Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, sulle priorità di...

Mercoledì, 31 Marzo 2021 10:49

Comunicato Stampa - Bene la riunione con la Ministra Cartabia, ora si acceleri - ROMA, 31/03/2021 – “A seguito del primo incontro delle Organizzazioni Sindacali rappresentative degli appartenenti...

E-Mail (@polpenuil.it)

Accedi a Aruba WebMail

Qui le Istruzioni per l'uso

Notizie dal territorio

Mappa dell'Italia Puglia Molise Campania Abruzzo Marche Lazio Umbria Basilicata Toscana Emilia Romagna Calabria

Elenco per istituto